Un esempio di Visual Facilitation per i Coach: un nuovo modo per accompagnare i tuoi clienti - Freenauta's bar
25197
single,single-post,postid-25197,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-1.3,wpb-js-composer js-comp-ver-4.3.4,vc_responsive

Un esempio di Visual Facilitation per i Coach: un nuovo modo per accompagnare i tuoi clienti

Ogni Coach ha bisogno che i suoi clienti ricordino con facilità ciò che lui dice: perchè solo se lo ricordano potranno metterlo in pratica.

Quindi sapere usare strumenti di visual facilitation può permettere di fidelizzare i clienti che ti scelgono come Coach.

Vediamo qui di seguito un esempio.

SCARICA QUI L’ESEMPIO: UNA MAPPA DI SELF-COACHING SULLA GESTIONE DEL TEMPO

Il bello di questo metodo è che non richiede sforzi ed è molto veloce. Per provarlo ti posso offrire subito un esempio: scarica qui adesso la mappa con la metafora del cactus, che è utile per il Coach che vuole aiutare un cliente che ha qualche difficoltà nella gestione del tempo.

Cattura cactusSCARICA!

Come hai letto la facilitazione visiva parte da una metafora.

Ci fa capire che se hai problemi nella gestione del tempo è come se le persone che hai intorno a te (capo, colleghi, familiari, ecc) fossero dei cactus: appena ti avvicini ti lasciano le loro spine (ti affidano incarichi e attività) che tu devi toglierti dalle dita prima di poter procedere a fare ciò che avevi pianificato di fare per te.

Schermata 2016-03-22 alle 16.11.25SCARICA

Grazie a questa immagine del cactus il tuo cliente potrà seguire le tue indicazioni e attuare il proprio self-coaching sulla gestione del tempo, ossia:

  • riconoscere il momento esatto in cui la gestione del suo tempo viene ‘messa sotto sopra’ dagli altri,
  • sperimentare varie idee per evitare che la cosa si ripeta
  • definire il suo nuovo piano d’azione.

E non è tutto, il cliente potrà anche individuare l’effetto cactus nelle persone che lo circondano, e diventare sempre più consapevole, coinvolto e responsabile delle proprie scelte grazie a te  e al percorso che state condividendo.

No Comments

Post a Comment