Visual Thinking x i Coach: il segreto di EFFICACIA e VELOCITA' è in una mappa - Freenauta's bar
21660
page,page-id-21660,page-template-default,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-1.3,wpb-js-composer js-comp-ver-4.3.4,vc_responsive

visual thinking freenauta's coaching

COSA HA DI SPECIALE UN COACH CHE USA LE MAPPE?

Riesci a immaginare come cambierebbe la tua attività se i clienti potessero toccare con mano il tuo lavoro di Coach?

 

Il percorso FreeNauta’s per i coach, unisce Metacognizione,  Mappe Mentali e Visual Thinking per darti la possibilità di offrire al tuo Coachee:

 

  • CONSAPEVOLEZZA  Il tuo Coachee capirà immediatamente il tuo messaggio: il Visual Thinking è infatti l’unico metodo di Coaching VISIVO, dove i concetti importanti ti si chiariscono a colpo d’occhio.

 

  • VELOCITA’ E AZIONE – Se vorrai potrai creare per il tuo Coachee un piano di azione indimenticabile: grazie alle Mappe tutto il lavoro fatto nella sessione e tutti gli apprendimenti e le nuove soluzioni che il Coachee ha individuato con l’aiuto del Coach, saranno sotto i suoi occhi.

In un percorso di Visual Thinking impari a fare al tuo cliente delle Mappe che contengono:

  • una metafora che rende evidente gli ostacoli,
  • una Mappa che connette le idee utili,
  • le domande efficaci che ampliano il suo punto di vista.

 

  • AUTONOMIA – il tuo Coachee ricorda ciò che impara con te, e mette in pratica il suo piano: grazie alle Mappe, il tuo valore aggiunto come Coach gli rimane evidente e concreto. Non corri il rischio che si dimentichi il piano d’azione che avete concordato, lo fidelizzi e eviti che abbandoni il percorso.

 

IL SEGRETO E’ QUI:  Il limite di un percorso di sviluppo personale affidato solo al linguaggio orale/verbale, è che se le persone dimenticano, non agiscono.

Grazie al Visual Thinking FreeNauta’s usi le metafore potenzianti. Al tuo Coachee rimarranno talmente ancorate alla mente, che potrà davvero usarle nella vita reale ogni volta che gli saranno utili, e così il tuo intervento come Coach gli darà soddisfazione e successo.

COSA SONO LE MAPPE MENTALI (1)

Grazie al Visual Thinking, il Coach esprime i concetti attraverso metafore e mappe, facili da ricordare: ecco perchè il coaching diventa concreto!

 

Ho creato un metodo di Visual Facilitation durante la mia attività di Executive Coach certificata (ACC),  ispirandomi alla didattica metacognitiva e alle mappe mentali. Ho racchiuso in 28 immagini e metafore gli spunti che possono esserti utili per generare nuovi punti di vista.

Ogni metafora FreeNauta’s è una immagine che tu non ti aspetti, e che può aiutarti a cambiare prospettiva proprio perché è sorprendente e inattesa. Grazie alla metafore che scoprirai nel percorso (ad esempio quella del cactus, dello struzzo, del fuoco d’artificio, della ruota panoramica, della radio, ecc.) potrai costruire la tua Mappa mentale su misura (ossia creare le tue associazioni mentali): essendo una tua creazione sarà molto facile da memorizzare.

Potrai usare le metafore FreeNauta’s per iniziare e via via crearti le tue in base alle tue preferenze e stile di Coaching.

Con il Visual Thinking anche tu potrai imparare a mostrare al Coachee i nuovi punti di vista in relazione all’argomento che gli sta a cuore.




3 passi

COSA SONO LE MAPPE MENTALI (6)

Il Visual Thinking per l’Internal Coaching (tra dipendenti)

Oggi sempre più aziende sono pronte ad avviare percorsi di Internal Coaching, in cui i dipendenti svolgono funzioni di Coach per i colleghi.

Si tratta di un ruolo delicato e potente, se ben orchestrato.

Usare il Visual Thinking in questo processo permette di facilitare gli scambi e i confronti tra Coach e Coachee aziendali, perchè molte immagini di Visual Thinking funzionano da attivatore della conversazione, mentre altre permettono di fissare le idee circa la conversazione di Coaching che si è appena svolta, rendendola più memorabile.

Al tempo stesso, poiché un’immagine vale mille parole, le mappe di Visual Thinking  rappresentano un efficace promemoria della sessione, senza incappare nei rischi e nei fraintendimenti che genererebbe un ipotetico ‘report’ della sessione di Internal Coaching.

Usando le mappe mentali, quindi, il coach-collega potrà aiutare il tuo Coachee-collega a dare seguito al piano di azione emerso. Ciò significa che in ogni momento il Coachee sarà in grado di richiamare alla sua memoria ciò che gli serve del percorso fatto insieme al Coach e usarlo subito nelle situazioni di ogni giorno, anche sotto stress.

Guarda qui degli esempi di Mappe di Visual Thinking per il Coaching.

mappe mentali